College Basketball Tour: inizia dal vecchio Palas la tappa marchigiana dell' NCAA tour

immagineCon la sfida tra la selezione delle Adriatic Sea Sirens e le "tigri" della Clemson University inizia ufficialmente la tappa marchigiana del College Basketball Tour che per il secondo anno consecutivo porta le migliori università degli USA in Italia.
Il vecchio hangar in viale dei Partigiani si rinnova come teatro di sfida del College Basketball Tour. A dare il "la" a questa seconda edizione made in Marche sarà la sfida tra la selezione locale delle "Adriatic Sea Sirens" e la Clemson University.

A guidare le "sirene" - dopo i buoni risultati dello scorso anno - sarà nuovamente Mauro Procaccini con a fianco il team formato da Luca Tartaro, Gianluca Bellucci e Matteo Manzoni. La speciale selezione potrà contare su giocatrici di grande versatilità, tecnica e grinta, il giusto mix che serve per poter creare una formazione competitiva e quindi essere un buon test per le americane. A partire dal capitano, Licia Filippetti – che ha militato anche in serie A a Civitanova Marche e che quest'anno ha giocato le finali 3x3 a Riccione arrivando in semifinale. Coach Procaccini potrà contare anche sull'apporto di giocatrici che hanno indossato la maglia della nazionale azzurra, come Erica Reggiani e Valentina Fabbri; o Valeria Battisodo – atleta considerata fin da giovanissima una dei migliori prospetti del basket femminile italiano e nata e cresciuta a Pesaro. Senza dimenticare Lucia Di Costanzo e Veronica Dell'Olio - che hanno siglato una sorprendente stagione in A2 con la maglia del Basket San Salvatore Selargiu – e Giulia Moroni playmaker marchigiana di Porto Recanati che vanta la presenza in maglia azzurra U18 e U20 e in serie A con Vigarano .

A loro spetterà il compito di fermare le agguerritissime "tigri" del South Carolina. Nella loro gara d'esordio a Vicenza, le ragazze di coach Audra Smith si sono imposte per 63 a 60 contro la Lituania e poi per 51-74 contro la selezione vicentina, dilagando soprattutto nell'ultimo quarto quando le condizioni fisiche migliori e una panchina più lunga hanno permesso alle americane di crearsi l'amplio gap. Tantissimi gli applausi per l'italiana Francesca Tagliapietra al suo secondo anno tra le fila delle Clemson Tigers. Occhi puntati su Chanelle Perry - una giocatrice che ai tempi della high school ha messo assieme 2,091 punti ed è stata votata come giocatrice dell'anno dal Courier-Post - e la piccola star emergente Aliyah Collier: proveniente dalla Laney High School ha letteralmente trascinato le sue compagne alla vittoria della AAA Georgia State Championship la scorsa stagione. Nella finale contro Beach High, ha messo a segno 24 punti, 19 rimbalzi, otto assists e sette recuperi. Ma i record delle “Tigers” vanno al di là del campo di gioco: sette senior hanno ottenuto il massimo dei voti con lode finale e la media della squadra è pari a 980 /1000, uno dei migliori dell'intera lega.

Una sfida che sulla carta si preannuncia come assai interessante e che vale la pena seguire a partire dalle 20.30. E visto che l'ingresso rimane gratuito...ci si aspetta un grande pubblico.

Prossime partite:

12/08 Adriatic Sea Sirens vs Longwood University (Vecchio Palas, Viale dei Partigiani, Pesaro)
18/08 Goldengas Senigallia vs USC (Palapanzini, Senigallia)
19/08 Adriatic Sea Tritons vs Amherst University (Vecchio Palas, Viale dei Partigiani, Pesaro)
21/08 Adriatic Sea Sirens vs Boston College (Palrossini, Ancona)
28/08 FE.BA Civitanova Marche vs Oregon State University (Palazzetto Città Alta, Civitanova Marche)
29/08 Aurora Jesi vs Standford (UBI BPA Sport Center, Jesi)
30/08 Consultinvest Vuelle Pesaro vs Standofrd (Paladionigi, Montecchio, Pesaro)

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Pesaro del 10/08/2015

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo

Ginnastica Artistica: la forza del singolo