Tennis: US Open, Flavia Pennetta in finale di doppio sul cemento americano

immagineNEW YORK (USA) - Flavia Pennetta conquista la finale di doppio femminile in coppia con Martina Hingis. Sabato se la vedranno contro Makarova/Vesnina numero quattro al mondo.
Il doppio femminile parla ancora italiano. Questa volta però non saranno Errani/Vinci a difendere i colori azzurri sui campi di Flushing Meadows: le cichis si sono infatti fermate a sorpresa al secondo turno sconfitte da Gajdosova e Tomljanovic.

Tutti gli occhi saranno invece puntati su Flavia Pennetta che dopo aver raggiunto i quarti in singolare ed essere uscita per mano di Serena Williams dopo un match di altissimo livello - e a tessere le lodi della brindisina è stata la stessa Serena - ha centrato le finali di doppio in coppia con la ex numero uno al mondo Martina Hingis: la coppia italo-svizzera ha infatti battuto in semifinale per 6-2, 6-4 Cara Black dello Zimbabwe e l'indiana Sania Mirza.

Un duo dai numeri davvero invidiabili: Flavia vanta infatti 15 vittorie su 16 partite in finale; è stata al vertice della classifica di doppio con l'argentina Gisela Dulko (con la quale ha vinto i Masters nel 2010 e gli Australian Open nel 2011) e ha giocato una finale agli US Open nel 2005. Da capogiro il palmares di Martina Hingis che ha messo a segno un Grande Slam nel 1998 insieme a Jana Novotona, arrivando anche al numero uno della classifica, e con un record di 38 titoli su 53 finali in carriera.

Insieme, quindi, Flavia e Martina fanno una delle coppie più temibili del momento. Un sodalizio nato a giugno e che è andato via via rafforzandosi. Dopo aver sconfitto in ordine Pavlyuchenkova-Safarova, Penschke-Srebotnik, Black-Mirza (numero tre del tabellone), nella finale di sabato troveranno dall'altra parte della rete le numero quattro al mondo Makarova/Vesnina che hanno eliminato le sorellone Williams. 

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 5/09/2014

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo

Ginnastica Artistica: la forza del singolo