Volley: la KGS Robursport Pesaro travolge la Unendo Yamamay Busto Arsizio

Contro ogni pronostico la KGS Pesaro batte per 3 a 0 la Unendo Yamamay. Primo set saldamente in mano a Pesaro con Chirichella e Gibbermayer sugli scudi; dopo una seconda frazione di sorpassi e controsorpassi, il terzo set si chiude a quota 28 con il muro di Chirichella.

Al Palacampanara arrivano le campionesse d'Italia della Unendo Yamamay Busto Arsizio, al momento seconde in classifica con 7 punti. Le Farfalle giungono a Pesaro dopo la netta vittoria per 3 a 0 contro la Icos Crema che ha ridato il giusto morale alle ragazze di Parisi dopo la battuta d'arresto contro Bergamo. La KGS invece cerca il riscatto dopo la sconfitta per 3 a 1 sul campo di Chieri, partita che, nonostante il risultato negativo, ha dimostrato che le bianco-rosse hanno il giusto carattere e le giuste armi per mettere in difficoltà anche le “grandi”. Tra le farfalle, la ex Brinker, schierata oggi al posto di Faucette.

Pistola si affida al suo sestetto ufficiale con Signorile al palleggio, Tirozzi e Muresan, Gibbermayer e Chirichella al centro, Moreno opposto e De Gennaro libero; Parisi, insieme a Brinker schiera Marcon in banda, Bauer e Arrighetti al centro, Lloyd in diagonale con Kozuch, Leonardi libero. Prima del fischio d'inizio la Robursport premia Mikhail Ryndov, un tifoso russo appassionato delle Colibrì da quando Pesaro affrontò la Dinamo Mossca in coppa Cev.

Partenza un po' confusa di Busto; Pesaro ne approfitta trascinata soprattutto da Chirichella che prima mura Arrighetti e poi dà il punto del primo time-out tecnico a Pesaro (8-3). Lloyd serve costantemente Kozuch che però non riesce a concludere anche grazie al muro bianco-rosso che è ben piazzato e le chiude le vie d'attacco. La seconda frazione di questo primo set è invece marcata Gybbermayer, precisa a muro e efficace in attacco (16-11). Partendo dalla difesa la Unendo cerca di risalire ma i problemi in attacco rimangono: Parisi prova allora il cambio in regia e la Unendo si rifà sotto grazie anche a due errori consecutivi di Tirozzi in attacco (20-17). La partita si riapre con l'errore di Kenny Moreno e il muro di Arrighetti su Muresan (22-20). Il muro di Muresan su Kozuch dà il primo set point alla KGS; chiude il muro di Chirichella su Arrighetti (25-20).

Busto parte forte con Marcon e Arrighetti, costringendo subito Pistola al time-out (1-4). Il muro di Pesaro constinua a leggere bene gli attacchi bustocchi e con un muro prima su Bauer e poi su Marcon si porta sul 5 pari. Con il nuovo muro su Marcon, Parisi richiama le sue ma nell'attacco di Busto regna ancora troppa confusione per permetterle di allungare (7-8). Con Bauer in battuta la Unendo Yamamay trova un buon break (7-10) ma questa sera Lloyd non trova la giusta intesa con le sue compagne e Pesaro trova la parità a quota 13 e con Muresan inaresstabile a rete arriva in volata alla seconda sospensione tecnica (16-15). Busto non molla e con Lombardo in battuta allunga sul 18-20. L'ennesimo errore in attaco di Kozuch obbliga Parisi a gettare nella mischia Faucette che viene subito murata dando il nuovo vantaggio alla KGS (21-20). Il muro di Gibbermayer su una cattiva ricezione di Bisconti dà il primo set point; Faucette spara fuori e la KGS Roburpsort si porta sul 2 a 0.

Nel terzo set Faucette rimane in campo per Kozuch, ma il risultato in attacco stenta ad arrivare. Tirozzi carica le sue prima con una pipe e poi con un ace (4-1). Il muro di Arrighetti su Moreno rimette però le due squadre in parità (4-4); si procede punto a punto, muro su muro ma sono nuovamente le padrone di casa a staccare per prime il punto della prima sospensione tecnica (8-6).Con Moreno Pino Pesaro allunga (13-9) ma i troppi errori in attacco rimettono le avversarie in gioco (14-14). La KGS trova un break di tre punti con Tirozzi in battuta finalizzato poi da Gibbemeyer davvero inarrestabile questa sera (18-15). Quando Pesaro sembra aver ormai il controllo della partita alcuni errori di ingenuità di Chirichella rimettono le Farfalle in corsa (23-20). Gybbemeyer mette a terra il pallone del match point; Moreno sbaglia però la prima possibilità e Arrighetti nega a muro la seconda (24-23). Una ricezione negativa permette ad Arrighetti di mettere a terra il punto del 24 pari. Il finale di set si gioca punto su punto: l'errore di Muresan dà la palla della salvezza a Busto che però spreca tutto sbagliando dai sei metri. Gibbemeyer mette a terra un ace che incorona la sua performance. Chiude Chirichella con un muro su Marcon (28-26).

Contento Pistola che loda il gioco delle sue ragazze e soprattutto la “maturità e l'aggressività” che erano mancate soprattutto nella gara contro Piacenza ma che questa sera hanno permesso alle Colibrì di avere la meglio sulle campionesse italiane: “una bella prova tecnica e tattica nella quale abbiamo dimostrato un buon ordine al servizio e nella fase di muro-difesa”. Parisi rende merito al gioco delle avversarie e sottolinea come ancora nella sua squadra manchino alcuni equilibri in campo: “la squadra era troppo contratta e non abbiamo saputo credere nelle nostre possibilità come invece hanno fatto le ragazze di Pesaro”.

Foto di Danilo Billi

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Pesaro del 11/11/2012

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Ginnastica Artistica: la forza del singolo

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo