Scavolini si riscatta contro Bergamo nell'anticipo della nona giornata di ritorno

Dopo la brutta sconfitta contro Pavia, la Scavolini Pesaro riesce a strappare un'importante vittoria al tie-break contro la Foppapedretti Bergamo rimontando dal 2 a 0. Nell'anticipo del sabato sera, le ragazze di Pedullà conquistano così i play off con due giornate d'anticipo.
Con Francesca Piccinini colpita da un attacco influenzale, Mazzanti è costretto a schierare Di Iulio in banda assieme Vasileva, Valentina Serena in cabina di regia in diagonale con Quaranta, le centrali Arrighetti, per l'occasione con i gradi di capitano, e Nucu e il libero Merlo. Formazione che di fatto lascia coach Mazzanti con un cambio in meno da poter sfruttare durante il match. Un dato non da poco se si pensa che la Foppapedretti è reduce dalla lunghissima maratona di mercoledì contro Villa Cortese. Per Pedullà invece, sestetto regolare chimato oggi a riscattare la brutta prova di domenica contro Pavia: Ferretti, le centrali Okuniewska e Manzano, le schiacciatrici Klineman, Ortolani e Brinker e il libero De Gennaro.

Avvio di gara molto nervoso per le Colibrì ancora una volta in difficoltà in ricezione: Ferretti è costretta a muoversi su e giù per il campo e ad alzare palloni troppo scontati facili preda del muro orobico. Dall'altra parte della rete, invece, Serena riesce a gestire alla meglio il suo attacco e a sfruttare al meglio anche le sue centrali. Bergamo si ritrova così facilmente sul 2 a 0.

La svolta arriva nel terzo set. Le ragazze di Mazzanti iniziano ad accusare la stanchezza accumulata: Vasileva non trova più la via del punto; Quaranta fatica a mettere a terra il pallone e Serena perde lucidità nella gestione dl gioco. Pesaro invece sale in tutti i fondamentali e così, dopo aver dovuto inseguire per due set, per le Colibrì attacco, muro e difesa iniziano a funzionare a meraviglia. Serena si affida a Vasileva che torna a colpire forte in diagonale e riporta sotto le orobiche. Ma la Scavolini ha ormai il controllo della situazione: la ex di turno Ortolani domina la parte finale del quarto set e assieme a Klineman agguanta il sospirato 2 a 2.

Il finale di gara è tiratissimo: Scavolini avanti 9-5 nel tie-break ma viene subito raggiunta; gli ultimi punti si giocano testa a testa sino a quota 12. L' errore di Quaranta rompe gli equilibri a favore delle bianco-rosse che chiudono l’ennesimo muro.

Grande merito alla Scavolini che ha avuto la forza di reagire conquistando due punti d’oro in ottica play off. Le ragazze di Pedullà conquistano momentaneamente il quinto posto in attesa dei verdetti di domenica di Piacenza e Novara.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Pesaro del 05/03/2012

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo

Ginnastica Artistica: la forza del singolo