Olimpiadi:la prima settimana in pillole


dot Olimpiadi: la prima settimana in pillole

immagineLONDRA - Le XXX Olimpiadi moderne entrano nella seconda settimana: riviviamo insieme i primi sette giorni tra le gioie del fioretto, le polemiche del nuoto, i successi e gli insuccessi azzurri, i record e le curiosità a cinque cerchi.La cerimonia d'apertura del 27 luglio ha ripercorso tutta la storia inglese, esaltandone e criticandone i passaggi cruciali. Lo stesso si potrebbe dire della prima settimana olimpica per i colori azzurri che ha visto il trionfo e il tonfo di discipline nelle quali l'Italia nelle passate edizioni ha sempre avuto un posto importante.

Iniziando dal podio tutto azzurro del fioretto femminile nella prima giornata: Di Francisca, Errigo e Vezzali ricordano a tutti che l'Italia della scherma c'è e che anche il futuro si prospetta assai "roseo" per questo movimento visto che Elisa Di Francisca era un'esordiente. Il 25 agosto rimarrà nella storia olimpica italiana anche per la medaglia d'oro dell'arco a squadre - Frangilli, Galiazzo e Nespoli che superano gli USA per un solo punto - e dell'argento alla pistola di Luca Tesconi: un totale di 5 medaglie (2 ori, 2 argenti e 1 bronzo) per quello che è il miglior risultato dell'Italia in una giornata olimpica.

Il sogno continua il secondo giorno con l'argento di Occhiuzzi nella sciabola e il bronzo della "cattiva ragazza" del judo Forciniti. Salvo per subire un brusco arresto alla discesa in vasca della nazionale di nuoto: Federica Pellegrini arriva solo 5a nei 400 stile libero e deludono pure Scozzoli nei 100 rana e la staffetta maschile 4x100. Inizia su questi primi scricchioli la settimana nera del nuoto italiano. Mentre gli USA di basket volano sulla Francia e Zara, la nipotina della regina, fa il suo debutto olimpico nel dressage, a bordo vasca infiammano infatti le polemiche e la super sfida Lotche-Phelps.

Le Olimpiadi proseguono con la bufera su Twitter per gli sponsor "oscurati" e i messaggi razzisti di alcuni atleti, i militari arruolati per riempire le arene vuote, gli inni sbagliati e i genitori degli atleti costretti fuori a causa dell' "overbooking". In casa azzurra, Campriani mette a segno il tiro che le vale l'argento e la nazionale italiana di volley supera il Giappone 3 a 1 mostrano grande versatilità e facendo vivere agli spettatori anche un fuori-programma romatico con la proposta di matrimonio di Antonella Del Core.

E' però il quarto giorno che esplode la polemica con Magnini che accusa il suo team per aver sbagliato la preparazione e la Pellegrini che si arrende anche nei 200 stile libero. E mentre il nuoto italiano affonda vasca dopo vasca, Micheal Phelps, con l'oro nei 4x200 e l'argento nei 200 farfalla, entra nella storia dello sport che, battendo il record della ginnasta Larysa Latynina che vantava 18 podi, diventa l'atleta più medagliato di sempre. L'altra delusione di giornata arriva dal fioretto maschile che cilecca la sua prova, ma a risollevare gli animi azzurri ci pensano le ragazze della ginnastica artistica che tra lacrime di tutti i tipi raggiungono una finale storica con due atlete - Ferrari e Ferlito - anche nella finale dell'all-around.

Il successo più bello di questa quinta giornata è stato quello di Daniele Montelmi - chiamato Calimero per la sua abbronzatura e il caso troppo grande in testa - che con il suo kayak d'oro porta il medagliere azzurro a quota 9. Arriva anche la prima medaglia d'oro per i padroni di casa con la canoa femminile seguita poi da quella di Wiggold che dopo il tour conquista le strade inglesi. Ma a rovinare la festa arriva lo scandalo del bagminton: 8 giocatrici asitiche vengono infatti espluse per aver perso intenzionalmente in modo da evitare degli scontri diretti. Una decisione senza precedenti che dà però più valore allo slogan olimpico di voler "ispirare" le future generazioni portando loro un modello positivo.

E mentre il tennis rimane orfano di atleti azzurri, il dream team azzurro del fioretto femminile domina la corazzata russa per quarto trionfo consecutivo: un successo iniziato nel '92 e che Errigo, Di Francisca, Vezzali e Salvatori hanno saputo onorare con una superiorità quasi imbarazzante. Arriva poi anche l'argento nel doppio senza di Sartori-Battisti, un'impresa che arriva dopo 12 anni dall'ultimo oro nella canoa. E mentre Vanessa Ferrari centra anche la finale individuale di specialità della ginnastica artistica assieme a Morandi, nel beach volley Cicolari e Menegatti volano a vele spiegate nel loro cammino olimpico.

Seguendo le orme delle loro colleghe, anche la sciabola uomini compie l'impresa venerdì, centrando il bronzo contro la Russia dell'ex ct Bauer. E mentre Phelps dedica l'ennesima e ultima tripletta alla mamma, sulla sabbia la storia la scrivono Nicolai e Lupo che infliggono un'inspettata sconfitta ai campioni olimpici americani. A scrivere una vera pagina storica nelle olimpiadi è però Wojdan Shaherkani, la prima saudita a prendera parte ai giochi olimpici.

Nella giornata di sabato tutti i rilettori sono puntati sulla pista d'atletica dove scende in campo per la prima batteria l'umo più veloce al mondo, Usain Bolt che taglia per primo il traguardo passeggiando. Ma a rubargli un po' di gloria in questa passerella olimpica, c'è Pistorius al suo debutto olimpico: l'atleta sudafricano alla prima olipiade per normodotati - lui corre con delle protest-  si qualifica infatti  per la semifinale con il tempo di 45"44. Oggi è anche il giorno dell'addio di Phelps al nuoto dopo 12 anni di record.  Con Wimbledon che incorona la sua regina - una Serena Williams che strapazza con un 6-0, 6-1 la russa Sharapova - e la mancata tragedia nel sollevamento pesi quando un'atleta egiziana rischia il soffocamento, l'oro per l'Italia arriva da Jessica Rossi, che centrando 99 piattelli su 100 regala un sorriso alle terre colpite dal sisma che ha scosso l'Emilia.

La seconda settimana sarà tutta all'insegna dell'atletica e delle varie finali. L'Italia ci arriva con un medagliere ricco di 5 ori, 5 argenti e 3 bronzi: un totale di 13 podi che la mettono al 7 posto dopo USA, Cina, Corea del Sud, Francia e Germania. 

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo

Ginnastica Artistica: la forza del singolo