Ginnastica Artistica: Pro Carate e Brixia si laureano campioni d'Italia

RIMINI - La Ginnastica Pro Carate di Igor Cassina e la Brixia Brescia conquistano lo scudetto 2015. Promosse in serie A1 la Sampietrina e World Sporting Academy. Cannone e Michelini vincono il torneo L1 di trampolino elastico.

Dopo le tappe di Ancona, Milano e Firenze, la ginnastica artsitica sbarca a Rimini per le finali nazionali maschili e femminili della serie A1 e A2. E dopo il bagno di folla delle tappe precedenti, tanti sono i tifosi accorsi al 105 stadium per applaudire e sostenere i propri idoli.

Tanti gli applausi soprattutto per la compagine femminile che ha visto trionfare la Brixia Brescia. Agli ordini del tecnico della nazionale Enrico Casella, Erika Fasana e compagne, dopo aver dominato le precedenti tappe, ottengono il primo posto anche a Rimini e con 100 punti si laureano nuovamente campionesse italiane. Per la Brixia si tratta del 13esimo tricolore nonché il secondo consecutivo.

A festeggiare sul podio è poi arrivata anche Vanessa Ferrari, fuori per un infortunio al tendine e per i resuidi della mononucleosi: "insieme al mio tecnico abbiamo deciso di non forzare troppo e così non ho preso parte a questa finale" - ha commentato la campionessa "Non ho mai preso pause in questi ultimi anni e quindi abbiamo deciso che un po' di riposo mi avrebbe fatto bene soprattutto in vista per i prossimo impegni. La cosa più difficile è certamente rimanere focalizzata a livello mentale, ma ne riparleremo dopo le vacanze". Per l'ufficiale si tratta del decimo tricolore personale sempre con la squadra bresciana.

Secondo posto per l'Artistica 81 (con 86 punti) e la Gal Lissone di Carlotta Ferlito ed Elisa Meneghin (76 punti).

In campo maschile, invece, si festeggia il primo scudetto della Ginnastia Pro Carate (87 punti) che segna in modo trionfale anche il debutto di Igor Cassina come allenatore. Oltre al determinante ruolo di Cassina, ottima la prova del sergente Matteo Morandi. Seconda piazza per i campioni uscenti della Libertas Vercelli (a sole tre lunghezze dai brianzoli) e infine, bronzo per la la Virtus Pasqualetti di Macerata.

Al trampolino si conferma invece il trinfo di Flavio Cannone (317.680) e Costanza Michelini (273.900).

Nella mattinana, intanto, si sono invece decretate le promozioni: in campo femminile sale nella massima serie la ASD World Sporting Academy di Serena Liccetta al suo rientro dopo 4 anni a causa di un infortunio. Le sanbenedettesi si aggiudicano così la tappa al 105 Stadium, il titolo cadetto e un posto tra le big del prossimo anno. Assieme a loro, promozione centrata anche per la Pol. Casellina.


In campo maschile, la Ginnastica Sampietrina, dopo aver primeggiato in tutte le altre tappe, trionfa anche a Rimini  e passa alla massima serie grazie ai 100 punti messi insieme prova dopo prova. Insieme al team si Seveso, strappano un pass per la rassegna maggiore anche la S.G. Aurora (78 punti) e la Corpo Libero Gymnastics Team (74 punti).

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 10/05/2015

Commenti

Post popolari in questo blog

I mestieri del volley: scoutman, Fabio Tisci

Mi fido di te: Maggie e Luciana Do Carmo

Ginnastica Artistica: la forza del singolo